lunedì 21 giugno 2010

tecnoapatia

La tecnologia è vero che ha notevolmente semplificato la vita dell'uomo, ma è anche vero che non ha una anima, mi spiego una tecnologia che si rispetti dovrebbe avere anche la sua morale. Semplifica la vita, ma di rado insegna e fa riflettere. Quant'era bello quando eri fuori casa, farsi due passetti a piedi e raggiungere una cabina telefonica, o "perdersi" in una via, senza una voce metallica che ti dicesse dove svoltare. La tecnologia rende pigri, secondo me, ti evita sorprese e le sorprese, belle o brutte che siano, sono i picchi, bassi o alti, della tua giornata. La frenesia per l'attesa di una lettera, per esempio, ora sai che se il cellulare non fa "bip bip" c'è poco da farsi illusioni. Io non guizzo più quando suona il telefono di casa, so che sarà qualche operatore che vuol farti qualche promozioni, chi mi vuole mi cerca al mio cellulare, e so già chi è prima di dire "pronto", visto che il nome è bello spiattellato sul display. Niente sorprese, niente adrenalina, niente picchi, sembriamo telecomandati a rispondere alla tecnologia, e secondo me c'abbiamo pure gli occhi spenti, privi d'emozione, mentre si risponde ad essa. Ora non è che voglio fare la saggia, in molti abbiam fatto questo ragionamento, con noi stessi o amici, e prontamente siamo lì a cercare aggiornamenti di ogni natura, per il pc, per il cellulare, per il navigatore satellitare eccecc. Io non voglio rinnegare la tecnologia, ma qualche insegnamento, da lei, lo vorrei. Per esempio, un bel navitore satellitare, che dopo un po' che che ti fa svoltare a destra e poi a sinistra e poi qualche metro più avanti, insomma se dopo un po' se ne uscisse con " a prima curva svoltare a fanculo" quella è morale. Che non ti sta lasciando in mezzo ad una strada, quel posto lì lo chiamano "quel paese" quindi esiste, ci trovi tanta gente, e se ti trovi lì qualcosa l'avrai pure fatta e quindi rifletti.

Etichette:

5 Commenti:

Alle 21 giugno 2010 14:59 , Anonymous SaR ha detto...

Concordo, solo che quello è il passato, oggi purtroppo è così! Un saluto da Sar.

 
Alle 21 giugno 2010 18:36 , Anonymous sonobugiardo ha detto...

Non mi ci avevi mai fatto pensare a quanto ci rende piatti la tecnologia. Che, tra l'altro, io apprezzo la tecnologia, è molto importante ai giorni nostri, ci ha semplificato la vita. Ma leggere un TVB per sms non ha nulla a che vedere con un abbraccio vero e proprio!

 
Alle 21 giugno 2010 23:40 , Anonymous Joli ha detto...

eh si caro! poi per te, visto il tuo istruttore di guida, un bel navigatore che svolta in quel posto lì, sarebbe perfetto!

 
Alle 21 giugno 2010 23:43 , Anonymous princesaroja ha detto...

Io c'ho solo una persona da mandacce. Ma per essere sicura che ci arrivi l'accompagnerei di persona.

 
Alle 21 giugno 2010 23:50 , Anonymous Joli ha detto...

e mica c'hai tutti i torti!!!!!" il primo cittadino è amico miooooooo tu dije che te c'ho mannato io e vaaaaaa, e vaaaaaaaaaaaaa che se ce devi annà ce devi annà"quanta ragione aveva il buon Sordi! 

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page