lunedì 12 aprile 2010

Serenate

Poche settimane fà pubblicavo Romeo and Juliet dei Dire Straits che è una quasi serenata se vogliamo, dove c'è un balcone e musica mielosa è quello che ti vien alla mente.  Ciuri ( fiori) e balcuni ( balconi) non mancano mai in una serenata che si rispetti. Non tutto ciò che è rock lo è veramente, per me è rock tutto ciò che mi commuove e crea un brivido. E queste due belle serenate, al sapor della mia terra, per me son rock, ma rock assai! Ultimamente, con 'sta storia della primavera, sto diventando mielosa e sta cosa mi turba. Fortunatamente non son di quel mieloso lamentoso che spera di succhiar un pò di nettare assieme ad un bell' apone su di qualche margheritina ( anche perchè da soggetto allergico, quale sono, la suggestione che ho descritto non mi entusiasma) o  che qualcuno le dedichi le serenate da me pubblicate, io le ascolto me le autodedico e sto già appagata. Molte persone si affezionano a canzoni, films, libri perchè si sentono rappresentati da essi ( e ci sta) solo che, a volte, lo fanno in quel modo depresso paranoico percui si autocommiserano ascoltando, guardando o leggendo. Perciò io amo ascoltare una serenata quando NON sono innamorata, guardare un film di guerra quando NON son "agguerrita", consultare un libro di cucina quando NON son affamata. Daltronde molte cose, si sa, vengono fatte in base allo stato d'animo, però credo che una cosa la comprendi di più quando la fai non seguendo l'esigenza del momento, in quest'ultimo caso rischi di far davvero una scoperta.  Lo so che mi son fatta capire molto male con quest'ultimo concetto, ed allora per essere più esaustiva farò un esempio pratico. Ora sto pubblicando 'ste due serenate, giusto? e NON sono innamorata quindi non le ascolto con sorriso da ebete, ci siamo fin qui? ok! non ho il sorriso da ebete e NON sono innamorata però mi fan venire la voglia di esserlo e questa è una scoperta :D

Etichette:

8 Commenti:

Alle 12 aprile 2010 20:27 , Anonymous womanlsb ha detto...

puoi sempre dar la colpa alla primavera.

 
Alle 12 aprile 2010 20:31 , Anonymous Joli ha detto...

già fatto ;)

 
Alle 14 aprile 2010 09:38 , Anonymous aurelianobuendia ha detto...

con il secondo dei pezzi che hai messo mi hai riportato di colpo a 5 anni fa.a catania.e diciamo a bei ricordi. tanto ormai il tempo ha cancellato le parti peggiori e lascia solo quelle piu  belle debitamente romanzate nella propria mente.

 
Alle 14 aprile 2010 09:38 , Anonymous aurelianobuendia ha detto...

con il secondo dei pezzi che hai messo mi hai riportato di colpo a 5 anni fa.a catania.e diciamo a bei ricordi. tanto ormai il tempo ha cancellato le parti peggiori e lascia solo quelle piu  belle debitamente romanzate nella propria mente.

 
Alle 18 aprile 2010 13:35 , Anonymous Joli ha detto...

quant'è vero! tra 5 anni saremo qui a ricordare di oggi con emozione, anche se oggi non siam per niente "emozionati" è la teoria del rimpianto che mi fa domandare se, a questo punto, sia mai stati "felici" O.o

 
Alle 18 aprile 2010 13:35 , Anonymous Joli ha detto...

quant'è vero! tra 5 anni saremo qui a ricordare di oggi con emozione, anche se oggi non siam per niente "emozionati" è la teoria del rimpianto che mi fa domandare se, a questo punto, sia mai stati "felici" O.o

 
Alle 28 aprile 2010 19:16 , Anonymous Joli ha detto...

credo ti farebbe venire voglia di contiunuare ad esserlo! per quanto riguarda le serate in spiaggia, altro che pomiciate! chissà quanti bimbi son nati al suon di Mokarta! magari quando gli dici "nesci rosa tai diri 'na cosa"ahahaha

 
Alle 28 aprile 2010 19:16 , Anonymous Joli ha detto...

credo ti farebbe venire voglia di contiunuare ad esserlo! per quanto riguarda le serate in spiaggia, altro che pomiciate! chissà quanti bimbi son nati al suon di Mokarta! magari quando gli dici "nesci rosa tai diri 'na cosa"ahahaha

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page