lunedì 18 maggio 2009

Bona

A giugno son 90! mi riferisco agli anni della mia adorata nonna. Lei abita nel palazzo accanto al mio e, visto che ormai non cammina tanto bene, è assistita 24h su 24 da una badante, la quale due volte a settimana ha  i suoi meritati giorni di svago. E' in quei giorni che subentro io, badante Chiara all'appello! La storia è sempre uguale, arrivo da lei alle 14 del pomm, alle 15 pillola, dopo mezz'oretta la alzo e la porto al bagno. " A Chià, apri il rubinetto, devo fà du gocce!" ( lei è romana per due gocce intende la pipì!) ! "fatta bona? ( le piace da morire quando le dico che è bona, bella, o ha le puppe ancora sode, perciò la faccio contenta) mettiamo 'sto bel pannolone?"--- " Si, si, no, aspe aspe...."  "cazzo nonna se non mi pisci la mano non sei contenta!"e lei mezza incazzata mi dice :" Aò non sta a fà tanto la preziosa sai quanti pannolini t'ho cambiato io a te??!" e non posso neanche replicare a quel tono che a momenti le busco! Messa quella trappola ( un pannolone verde florescente enorme) la porto in cucina, le faccio la merenda ( e quanto mangia, aggiungerei!) poi passiamo al trucco e parucco. Lei è una che ci ha sempre tenuto all'aspetto, tre estati fà ebbe quest'ictus che l'ha invalidata un pò, e mi ricordo che quando l'accompagnammo a casa fui costretta da lei a salire nell'ambulanza perchè voleva che le sistemassi i capelli qualora si scombinassero, solo che l'autista mi fece mettere davanti, " Signorina, c'è l'aria condizionata davanti, dietro rischia uno svenimento," finìì che mi rifilò numero di telefono, contatto msn, e biglietto da visita mentre mi raccontanva del suo colpo di fulmine per me io inviavo sms agli amici per oraganizzarmi per la sera era un cesso fotonico, non lo richiamai. Lunedì questo, tutta contenta, alle 14, attraverso il cortile per andare da lei, munita di Phon, piastra, spazzola per la piega, semi di lino ( la faccio una gran figa ogni volta) apro la porta di casa sua, attraverso il corridoio convinta di trovarla a letto. Letto aperto, vuoto, " Nonna, dove cazzo sei!" dico a voce alta ed agitata, "Sono qui" mi dice con vocina sottile ed impaurita, abbasso lo sguardo e me la vedo sotto al letto, di fianco col corpo fuori e la testa sotto. Tranquilli non si è fatta niente, sta bene ( c'ha sette vite le dico io, gliene rimangono 5 ancora) era scivolata dal letto perchè sosteneva che lo scaldotto le stesse facendo prendere a fuoco il pannolone! Chiamo mio padre e la rialziamo ( è una donnona  bionda con gli occhi azzuri mia nonna, prima di rimpicciolirsi passava l'1,70 da sola non potevo farcela). Dopo il cazziatone  mio e di mio padre ridendo la guardo e le dico " Cazzo hai fatto mezz'ora col culo per aria", -" Ho pregato, Chià, le anime sante del purgatorio, credevo di morire, pensa se dovevo morì co la testa sporca, giurami, giurami una cosa", -" Dimmi, Nonna" le rispondo- " Che quanno moro me lavi la testa e me vesti e me trucchi tu come sai fà solo tu, giuralo!" --" Lo giuro nonna, e ti metto anche il profumo alla lavanda, che ti sta tanto bene, così quando muori  Fausto ( la bonanima di mio nonno) ti riconosce tra miliardi di anime!"---" brava amore della nonna, mo toccamo fero , però!"

Etichette:

8 Commenti:

Alle 18 maggio 2009 14:01 , Anonymous spremuto ha detto...

brava!non è facile avere certi compiti...molti scappano per non veder soffrire i cari,o magari solo perchè non hanno voglia di "perder" tempo...complimenti!vieni pure da me..... :)

 
Alle 18 maggio 2009 14:02 , Anonymous aurelianobuendia ha detto...

:-D

quella parlata romana le dona tantissimo.

 
Alle 18 maggio 2009 19:22 , Anonymous lag0scur0 ha detto...

passavo per caso e non posso che farti i complimenti per cio' che fai, per la nonna, e per come scrivi!!...
ciao.

 
Alle 18 maggio 2009 22:33 , Anonymous Joli ha detto...

SPremuto: grazie caro, anche se per carattere mi viene abbastanza naturale, non mi sconcerta niente, sono poco "impressionabile"..veniamo a noi non mi dire che sei già in età da catetere!? passerò da te, l'animella pia che c'è in me ha sentito ciauro ( odore) di badanza dalle tue parti ehehe

Aureliano: mia nonna è simpatica tanto quanto fastidiosa, è una paracula ( simpaticamente detto) e il suo simpatico accento a volte diventa di un burino imbarazzante!

LagO: che bello quello che mi scrivi, grazie! le cose più belle accadono "per caso" ( mi piace l'espressione perchè è anche una canzoncina che a me piace tanto di Io Carlo)..ora vengo a fare una visitina dalle tue parti!:)

 
Alle 19 maggio 2009 00:10 , Anonymous aurelianobuendia ha detto...

mi ricorda la Sora Lella che fa la nonna di Verdone in Bianco Rosso e Verdone...

 
Alle 19 maggio 2009 00:11 , Anonymous Joli ha detto...

MITICO FILM!

 
Alle 19 maggio 2009 01:49 , Anonymous NaifSuper ha detto...

Ma quanto siete belle. :)
Un bacio a tutt'e due.

 
Alle 19 maggio 2009 23:00 , Anonymous Joli ha detto...

Naif: belle mo è un parolone ehehe diciamo simpatiche! :)

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page